Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

Che si tratti di piante utili o alberi e arbusti puramente ornamentali, alberi e arbusti richiedono molte cure da parte dell'esperto giardiniere per hobby. La potatura dei rami, che molti proprietari di alberi trattano con grande rispetto per vari motivi, gioca un ruolo importante in questo. Uno dei motivi è la chiusura della ferita dei rami tagliati. Qui imparerai sette pratici rimedi casalinghi con i quali puoi chiudere facilmente i tagli aperti sugli alberi senza dover ricorrere a preparati chimici.

chiusura della ferita

Necessario o no?

Solo pochi decenni e persino anni fa, era indiscusso tra giardinieri e arboricoltori per hobby che le interfacce dovevano essere sigillate dopo la potatura. Sempre! Nel frattempo, questo punto di vista è almeno in parte cambiato sulla base dei risultati della ricerca dello scienziato forestale americano Alex Shigo. Attraverso innumerevoli indagini ed esperimenti che coinvolgono la lesione mirata degli alberi, ora sappiamo che la guarigione delle ferite e la chiusura delle ferite negli alberi e negli arbusti sono molto diverse da quelle negli esseri umani e negli animali. Laddove un cerotto promuove la formazione di nuove cellule nell'uomo, è spesso inefficace o addirittura svantaggioso negli alberi.

I sigilli per lo più ermetici utilizzati in passato non prevenivano l'infestazione da funghi e batteri, ma promuovevano anche questi effetti, che in realtà dovrebbero essere soppressi.

Oggi sappiamo che i poteri autorigeneranti, anche durante lavori intensivi sull'albero, sono del tutto sufficienti per far fronte ad una potatura professionale e per riprendersi senza danni consequenziali.

bisogno

Quando ha senso la chiusura della ferita?

Allora perché ci occupiamo ancora del tema della chiusura delle ferite se non lo facciamo oggi? Sebbene di solito ci sia un'autoguarigione sufficiente, ci sono vari scenari in cui la chiusura della ferita ha senso:

  • Tecnica di taglio impropria
  • Tempo di taglio sbagliato
  • Ampie ferite degli alberi causate da lesioni della corteccia

Tecnica di taglio sbagliata

Ciò include principalmente utensili da taglio non adatti o smussati. Questi non creano un taglio liscio con le superfici di taglio più piccole possibili, ma portano allo sfilacciamento dei percorsi conduttivi nel legno. L'albero difficilmente può guarire questo, così che una parte molto più grande del legno effettivamente sano muore di conseguenza.

Tempo di taglio sbagliato

Se la potatura avviene durante il fase di crescita della pianta, i percorsi trasportano grandi quantità di acqua e sostanze nutritive, che possono fuoriuscire. Tuttavia, questo elevato apporto di nutrienti è un prerequisito ottimale affinché l'albero sia in grado di chiudere la propria ferita. Tuttavia, il tempo di taglio ottimale per molti tagli di arte topiaria è al di fuori di questa fase, vale a dire in autunno o in inverno. Durante questo periodo, l'albero non ha la capacità di sigillare rapidamente le ferite. Di conseguenza, il freddo penetra nel legno a lungo termine, mentre l'umidità fuoriesce allo stesso modo. Senza il supporto del giardiniere per hobby, seguiranno congelamento e disidratazione. Quando si potano i rami in inverno, è quindi necessario adottare misure di emergenza.

ferite da corteccia

Un tipo speciale di danno si verifica in caso di lesioni su larga scala alla corteccia dell'albero. Questi sono solitamente causati dall'attrito, ad esempio quando un veicolo sfiora il pascolo o quando vengono abbattuti gli alberi vicini. Ci sono vaste aree di distruzione intorno all'area danneggiata. Sia la mancanza di bordi tagliati lisci che le dimensioni dell'area danneggiata portano a un modello di lesione che l'albero difficilmente riesce a far fronte. In questo caso speciale, solo i bordi sfilacciati della tela lungo il bordo della ferita vengono tagliati senza problemi con uno strumento affilato e trattati come una singola lesione. Il difetto vero e proprio, invece, non necessita di chiusura. Poiché il durame esposto è comunque "morto", non è necessaria la protezione contro la morte.

7 rimedi casalinghi

Se la sigillatura della ferita, allora in questo modo

Se c'è effettivamente un caso in cui dovresti sigillare le ferite degli alberi, la scelta più ovvia è quella di utilizzare prodotti già pronti dal garden center. Tuttavia, non deve essere così. Molti di questi prodotti costano in primo luogo, ma spesso lasciano anche aperto il modo in cui viene trattata la ferita: ermetica o traspirante, impermeabile o meno, ecc. Una valutazione dell'efficacia e dell'idoneità non è quindi possibile per il giardiniere per hobby. Pertanto, questi rimedi casalinghi sono un'alternativa sensata e comprovata:

1. Impacchi di argilla

  • con corteccia ferita
  • L'impacco di argilla previene la disidratazione fino a quando i poteri di autoguarigione non sono sufficienti a chiudere la ferita
  • Stendere ampie aree di corteccia e danni alla corteccia con argilla bagnata
  • Coprire bene il pacchetto di argilla con un foglio nero
  • Idealmente, maschera i bordi
  • Rimuovere la pellicola e l'argilla ogni 10 giorni e lasciare respirare la ferita per circa mezz'ora
  • Quindi sostituire l'imballaggio in argilla
  • Quando inizia il periodo di crescita, rimuovi l'argilla e la pellicola, le ferite guariscono attraverso i poteri di autoguarigione

Avviso: Mai inchiodare o pinzare fogli di alluminio all'albero per evitare nuove ferite!

2. Cera d'api o cera d'albero

  • Adatto per i tagli invernali grazie alla buona protezione contro il freddo e la disidratazione (ermeticamente!)
  • Spalmare sulla cera d'albero, cospargere di cera di candela da una candela accesa
  • Controlla regolarmente la presenza di crepe nella chiusura fragile, poiché questo è un punto di attacco per batteri e funghi
  • Se necessario, riparare o sostituire la guarnizione

Avviso: La cera non è adatta per le lesioni della corteccia, poiché la cera favorisce l'essiccazione della corteccia!

3. Argilla con sterco di vacca

  • Adatto per la protezione invernale
  • Mescolare argilla e sterco di vacca o pasticci di vacca in un rapporto di 2:1 e spalmare, è possibile aggiungere farina di pietra per l'ottimizzazione
  • Buona traspirabilità, quindi basso rischio di marciume
  • Buona protezione contro il freddo e la disidratazione
  • Sostenere l'apporto di nutrienti dal letame di vacca
  • Non c'è bisogno di rimuovere in quanto si degrada da solo nel tempo

4. Polvere di carbone

  • Adatto per tagli estivi grazie all'effetto essiccante sui tagli piangenti
  • Traspirante, favorendo così la formazione di nuove cellule nel tessuto legnoso
  • Effetto disinfettante, quindi adatto come protezione contro le infezioni
  • Creato schiacciando il carbone in un mortaio, una smerigliatrice o un sacchetto con un martello
  • Cospargi la polvere sulla ferita e poi premila con le dita

Avviso: Applicabile solo con tempo asciutto poiché la polvere di carbone viene lavata via dalla pioggia!

5. Catrame d'albero

  • Adatto per rami con un diametro di circa la larghezza di un braccio
  • aperto alla diffusione e allo stesso tempo idrorepellente
  • Composizione dai componenti naturali dell'albero, principalmente resine e oli
  • Condizioni ambientali ottimali per l'autoguarigione del legno grazie alla sigillatura: protezione dai raggi UV, dall'essiccamento, nonché da batteri e funghi
  • Tempo di asciugatura sulla ferita dell'albero di circa due settimane, durante questo periodo alta suscettibilità alla pioggia o alla rottura di insetti e altri animali

Avviso: L'autoestrazione del catrame d'albero è complessa e associata al rilascio di vapori nocivi. I dispositivi di protezione sono obbligatori. Si consiglia di acquistare catrame d'albero naturale e inalterato da rivenditori specializzati.

6. Vernice a emulsione

  • Proprietà riempitive, leganti e di chiusura dei pori
  • Allo stesso tempo elevata traspirabilità
  • Adatto per tagli di grandi dimensioni, ad esempio nell'immediata zona del tronco
  • Favorisce l'essiccazione delle ferite senza favorire l'essiccazione del legno
  • Buona protezione contro l'ingresso di batteri e funghi
  • Nessuna protezione dal freddo (es. potatura invernale)

Avviso: Il trattamento delle ferite da taglio con la pittura a emulsione non deve essere confuso con il noto, soprattutto un tempo comune, calcinazione degli alberi per prevenire il riscaldamento eccessivo e l'infestazione di insetti. Anche se la pittura a emulsione ha proprietà traspiranti, non dovrebbe essere utilizzata per coprire completamente intere aree del tronco, ma dovrebbe essere utilizzata solo per coprire la ferita!

7. Sterco di vacca con calce e acqua

  • Adatto per la sigillatura delle ferite durante la potatura invernale
  • Buona protezione dal freddo da sterco di vacca, elevata riflessione della luce da calce, di conseguenza prevenzione ottimale delle crepe dai cambiamenti invernali delle temperature fredde e dall'intensa luce solare
  • Preparazione: Mescolare 2 kg di grassello di calce con 10 l di acqua e aggiungere 1 kg di letame di vacca o sterco di vacca
  • Alternativa allo sterco di vacca: pasta per carta da parati o argilla, quindi utilizzare metà della quantità

Avviso: Se si utilizza la pasta per carta da parati al posto dello sterco di vacca, la protezione invernale contro il freddo è meno buona, poiché la pasta è priva di ingredienti fibrosi come "isolamento termico". In generale, tuttavia, le ferite possono essere sigillate in modo ottimale anche in questo caso.

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!