Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

Le piante hanno il loro linguaggio, che usano per attirare l'attenzione su condizioni false. Lasciano che le loro foglie cadano o mostrino scolorimento. Quando si individuano questi segni, la corretta interpretazione è di grande importanza. Questo è l'unico modo in cui puoi intraprendere l'azione appropriata e salvare la tua pianta. Con un po' di pratica, molti giardinieri per hobby riescono rapidamente a riconoscere i bisogni delle piante. La prevenzione dei sintomi da carenza è ancora migliore.

riconoscere i segni

Se le foglie pendono flosce o ingialliscono, non dovresti raggiungere immediatamente l'annaffiatoio. Questi fenomeni indicano una carenza che spesso viene interpretata come un deficit idrico. Usa il pollice per controllare se il supporto è umido. Se lo strato superiore di terreno sembra asciutto fino a una profondità di due centimetri, annaffia abbondantemente. Quando il terreno è fangoso e l'umidità si gonfia sotto una leggera pressione, la pianta in vaso è stata annaffiata. Finché la pianta non è completamente floscia o il fogliame è completamente appassito, puoi salvare la tua pianta d'appartamento.

foglie di rododendro giallo-marrone

misure immediate

Scolare l'acqua accumulata dal sottobicchiere. Se la pianta è stata annaffiata solo leggermente e sembra ancora sana, è sufficiente un breve drenaggio. Togli la pallina dal vaso e mettila in un luogo caldo. Assicurati che la pianta non sia alla luce diretta del sole. Ciò impedirà ulteriore stress da eccessiva evaporazione. Puoi spremere leggermente il supporto per accelerare il processo di asciugatura. Questa misura è consigliata solo per piante robuste. Non appena il substrato si è asciugato bene, la palla viene riposta nella pentola.

  • Riempi gli spazi vuoti con una miscela di sabbia e terriccio
  • evitare di annaffiare
  • Metti la pentola in un luogo parzialmente ombreggiato
  • Osserva la pianta più da vicino nel prossimo futuro

Consiglio: Mettere la zolla in un setaccio e appenderla in una ciotola sufficientemente profonda. L'acqua in eccesso può defluire in modo ottimale.

Salva le piante molto innaffiate

Se il substrato è molto impregnato d'acqua, è necessario rimuovere la pianta in vaso. Pulisci completamente la zolla dal terreno bagnato. Il modo migliore per farlo è picchiettare delicatamente la zolla su una superficie piana. I residui ostinati possono essere rimossi con uno spazzolino da denti scartato. Durante la spazzolatura, le radici morte e marce si incastrano tra le setole e vengono quindi rimosse immediatamente. Misure di potatura mirate assicurano che la pianta sia stimolata a crescere. Allo stesso tempo, previeni la diffusione di malattie e funghi.

  • Accorciare la zolla da tutti i lati
  • Rimuovi generosamente le radici morte
  • tagliare le foglie morte

Consiglio: Le radici sane si riconoscono dal colore chiaro e dalla struttura solida. Le radici marce sono mollicce e marroni.

Trapiantare correttamente

Metti la pianta in un vaso fresco che riempi con terriccio asciutto. Una miscela di terriccio, sabbia e compost è adatta come substrato. Se non puoi creare il tuo terreno, usa un mix disponibile in commercio. Scegli un terreno di buona qualità per le piante in vaso. Ci sono miscele che sono state arricchite con fertilizzanti naturali e contengono una proporzione corrispondente di sabbia. Garantiscono un apporto ottimale di nutrienti e offrono un'elevata permeabilità, in modo che n ristagno d'acqua sorge. Dopo aver inserito la pianta e aver riempito gli spazi vuoti con il substrato, premere saldamente la zolla. Evita di annaffiare perché le radici sono già inzuppate d'acqua.

Yucca palma dal tronco morbido

prevenire ristagni idrici

Chiunque abbia coltivato piante d'appartamento per anni lo riconoscerà errori di cura Non difficile. Tali errori possono essere evitati con alcune misure, in modo che le piante non lascino cadere le foglie in primo luogo.

scelta della pentola

Metti le tue piante in vasi sufficientemente grandi. I contenitori troppo stretti non offrono alle radici abbastanza spazio per svilupparsi. Se il substrato immagazzina acqua, le radici vengono automaticamente bagnate. Il vaso dovrebbe essere sempre qualche centimetro più grande della zolla in modo che il substrato non sia mai completamente radicato. L'acqua si diffonde su un volume maggiore e il terreno funge da cuscinetto.

  • regolazione ottimale dell'equilibrio idrico nei vasi di terracotta
  • I secchi dovrebbero avere da due a tre fori di drenaggio
  • I vasi di plastica con un doppio fondo migliorano il drenaggio dell'acqua
  • Usa pentole di grande diametro
  • il livello dell'acqua aumenta rapidamente in cachepot stretti

drenaggio

Coprire il fondo del vaso con ciottoli o cocci di vasi vecchi. Questo strato assicura che l'acqua possa defluire meglio. Uno strato di pietre nella fioriera ha un effetto simile. Non è necessario gettare via l'acqua di irrigazione gocciolante fintanto che c'è abbastanza spazio tra il livello dell'acqua e il substrato. Evapora nel tempo e garantisce così una maggiore umidità. Ciò migliorerà il microclima tra le piante sul davanzale.

Consiglio: I pezzi di legno non sono adatti per il drenaggio in quanto si alterano nel tempo e assorbono l'umidità.

Versare bene

Quando coltivi piante in un contenitore di plastica con una fioriera, dovresti estrarre il vaso di plastica per ogni sessione di irrigazione. Mettilo direttamente nel lavandino e annaffia vigorosamente la pianta ogni una o due settimane, a seconda del fabbisogno idrico, fino a quando l'acqua non esce dai fori di drenaggio. Lascia la pentola nel lavandino per la mezz'ora successiva per consentire all'acqua in eccesso di defluire completamente. Quando rimetti la nave nel cachepot, controlla dopo un po' se si è raccolta più acqua nella pentola. L'acqua di irrigazione in eccesso deve essere eliminata prontamente.

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

Categoria: