Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

Se si formano molte radici aeree sull'orchidea vivida, sorge la domanda se tagliarle o meno. Tuttavia, la graziosa pianta è un'epifita, il che significa che anche queste radici aeree sono necessarie per prosperare. Tuttavia, questi raramente sembrano belli quando innumerevoli radici sporgono già dal secchio. Come procedere qui è spiegato nel seguente articolo

radici aeree

Importanza per l'orchidea

Con molte orchidee, le radici si formano sopra il terreno nel vaso, che poi sporgono oltre il bordo. Di solito non è una bella vista e per il giardiniere per hobby sorge spesso la domanda se le radici aeree possano essere rimosse o meno. Ma le radici sono di particolare importanza per la pianta ad alta manutenzione, perché dovrebbero assorbire i nutrienti e l'acqua dall'aria. La struttura delle cellule nelle radici è simile a una spugna, che non solo assorbe l'acqua dall'aria ma la immagazzina.

Non tutte le orchidee hanno radici aeree, dipende dalla specie. Soprattutto le orchidee Phalaenopsis formano un gran numero di radici aeree. Tuttavia, le radici fuori terra possono anche formarsi se non c'è apporto dalle radici nel terreno e qui vengono forniti troppo pochi nutrienti e acqua. Quindi la cura dovrebbe essere riconsiderata in modo che non si formino ulteriori radici nell'aria.

Le radici aeree hanno spesso un aspetto molto diverso:

  • tendendo verso l'alto
  • tendendo verso il basso
  • sforzandosi di lato
  • formato in anelli
  • intrecciate

Naturalmente, questa spesso non è una bella immagine quando le radici aeree crescono quasi più grandi della pianta reale. Ma le orchidee possono esistere con queste radici anche senza terra e in natura crescono principalmente su alberi o cespugli. Oltre ad assorbire acqua e sostanze nutritive, queste radici forniscono anche supporto. In questo modo la pianta può aggrapparsi a ramoscelli e rami e quindi ha un'elevata stabilità.

rimuovere le radici aeree?

Gli esperti di orchidee non sono ancora d'accordo sul fatto che sia dannoso per la pianta rimuovere o almeno ridurre le radici aeree. Le piante più vecchie sono spesso dotate di un gran numero di radici aeree, che possono poi disturbare anche l'occhio di chi guarda. In casi molto estremi, i fili pendono così tanto che si stanno già diffondendo sul davanzale della finestra. Ma in un caso gli esperti concordano sul fatto che le radici aeree malsane e morte possono sicuramente essere rimosse o accorciate. Per scoprire quali fili sono ancora sani, la procedura è la seguente.

  • Spruzzare le radici aeree con acqua
  • le radici malate o morte non diventano più verdi
  • questi possono essere rimossi senza esitazione
  • anche le ciocche sane dovrebbero essere rimosse, diradandole leggermente
  • non potare mai eccessivamente
  • Il diradamento può riferirsi solo a pochi fili

Se da un'orchidea vengono rimosse troppe radici aeree sane, il risultato può essere che la pianta non può farcela e muore perché l'apporto di nutrienti non viene più fornito.

metodo

Se vuoi rimuovere varie radici aeree su una pianta, anche se questo non è raccomandato, devi stare molto attento. Soprattutto, l'utensile da taglio è importante in modo che l'orchidea aggraziata e ad alta intensità di cure non venga danneggiata. Questo dovrebbe quindi essere molto affilato in modo che non ci siano bordi sfilacciati sui restanti pezzi di radice. È qui che batteri e funghi possono entrare più facilmente nella pianta e danneggiarla nel suo insieme. Lo strumento deve anche essere disinfettato prima del taglio. Per questo è possibile utilizzare alcol puro dalla farmacia. Una volta preparato l'utensile da taglio, che può essere una forbice o un coltellino, inizia il processo di taglio vero e proprio.

La procedura è quindi la seguente:

  • Eseguire solo durante la fase di riposo dell'orchidea
  • altrimenti i fiori ne risentiranno
  • Evita le radici verde argenteo o bianco crema
  • rimuovere i fili secchi, cavi o marroni alla base
  • se le radici vive devono essere rimosse, diradare solo leggermente
  • Non tagliare completamente i fili che sono ancora vivi
  • tagliare grossolanamente al centro
  • non fare un taglio radicale

Dopo che il taglio è stato eseguito, tutti i tagli devono essere cosparsi di polvere di carbone, comprese le radici che sono già morte. Ciò evita una ferita in cui batteri o funghi potrebbero altrimenti penetrare senza ostacoli e danneggiare l'intera pianta.

rinvasare

È meglio rinvasare l'intera pianta in un contenitore più grande piuttosto che tagliare le radici aeree se interferiscono con la visualizzazione dell'orchidea. Perché se si formano molte radici aeree contemporaneamente, la pianta sta segnalando che soffre di mancanza di nutrienti e acqua e che il vaso potrebbe essere diventato troppo piccolo. Quindi si dovrebbe agire e all'orchidea dovrebbe essere dato un vaso più grande.

Questo dovrebbe essere fatto come segue:

  • rinvasare al di fuori della stagione di fioritura e crescita
  • Rimuovere con cautela la pianta dal vecchio contenitore
  • Immergere la zolla con le radici aeree in acqua
  • così le radici esterne diventano flessibili
  • rimuovere eventuali fili morti o malati evidenti
  • Usa forbici affilate e disinfettate per questo
  • creare drenaggio nel nuovo vaso
  • per fare questo, metti dell'argilla espansa sul foro di scarico
  • riempire parzialmente il nuovo terreno per le orchidee
  • Metti la pianta con le radici aeree nel vaso

Quindi il nuovo terreno rimanente viene riempito nel vaso sopra le radici aeree. Così ora possono estrarre i nutrienti e l'acqua dal terreno. Idealmente, le radici flessibili vengono inserite con un movimento di torsione e il terreno viene gradualmente riempito. Affinché il terreno sia distribuito uniformemente tra le radici, il vaso viene ripetutamente picchiettato leggermente sulla superficie, ad esempio un tavolo.

Senza pentola

Coltiva un'orchidea senza vaso

Soprattutto le orchidee, che hanno già formato molte radici aeree, sono ideali per coltivarle senza vaso. Questo non solo ha un bell'aspetto, ma dà anche alla pianta l'opportunità di svilupparsi nel modo più naturale possibile.

Questo viene fatto come segue:

  • Rimuovere con attenzione l'orchidea dal contenitore
  • rimuovere anche qui le radici aeree appassite e malate
  • usa un ramo decorativo bello e resistente
  • Stendete del muschio su questo come base
  • Idealmente, questo dovrebbe essere ancora umido
  • quindi lega l'orchidea
  • usa calze di nylon per questo
  • Tagliarlo a strisce larghe da due a tre centimetri

Il ramo con l'orchidea viene poi appeso in una stanza con elevata umidità. Un bagno luminoso, ad esempio, è l'ideale. Ma può essere utilizzata anche qualsiasi altra stanza. Se qui c'è poca umidità, l'aria può essere trattata anche con un umidificatore elettrico nelle immediate vicinanze dell'impianto. Spruzzare più volte le radici con acqua aiuta anche a fornire alla pianta un'umidità sufficiente. Le radici avvolgono il ramo nel tempo, permettendo alla pianta di sostenersi. In questo modo l'orchidea con le radici aeree sul ramo diventa un'opera d'arte totale in cui le radici non disturbano più alla vista.

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

Categoria: